Miglior modo per Gestire i Reseller in WHMCS

Miglior modo per Gestire i Reseller in WHMCS

Indietro   Pubblicato 10 febbraio 2020 / Aggiornato 18 settembre 2020
Tempo di lettura 4 minuti

Reseller in WHMCS

Se stai cercando un sistema per gestire i rivenditori, è probabile che tu sia un provider che vuole offrire alle web agency, agli sviluppatori e ai professionisti IT la possibilità di rivendere i tuoi prodotti/servizi.

Tutto questo già si può fare configurando i piani rivenditore in ad esempio cPanel o Plesk e collegandoli a WHMCS. I visitatori arrivano sul tuo sito, effettuano l'ordine, pagano e possono liberamente ospitare tutti i siti che vogliono nei limiti delle risorse assegnate.

Il problema è che i rivenditori avranno senz'altro bisogno di una piattaforma come WHMCS per la gestione dei loro clienti. Questa ipotetica piattaforma dovrebbe essere "white-label" in modo che il nome del tuo brand non sia visibile al cliente finale.

La verità è che non puoi offrire questo tipo di servizio ai rivenditori mediante il tuo WHMCS e stiamo parlando per esperienza (utilizziamo WHMCS dalla prima release). L'articolo potrebbe chiudersi qui ma ciò non ti impedirebbe di cercare altre fonti perciò prendiamo la situazione di petto.

Multi-tenant

Ecco il nome di quello che stai cercando. Il termine "multi-tenant" indica un'architettura software progettata per permettere ad un gruppo di utenti di condividere l'utilizzo del software in modo tale che ciascuno abbia specifici privilegi e ruoli.

Nel tuo caso probabilmente vorresti posizionarti in cima a questa gerarchia in qualità di provider con pieni poteri ed avere quanti più rivenditori possibili con permessi limitati. Forse vorresti che il tutto funzionasse con i rivenditori che depositano denaro in anticipo.

Visto che ci siamo, perché non offire loro la possibilità di utilizzare una versione semplificata del tuo WHMCS? In questo modo potrebbero sfruttare le funzionalità integrate quali la verifica disponibilità dei domini, la configurazione hosting, il carrello e pagamenti per gestire i loro clienti.

Che altro? Permettere ai rivenditori di personalizzare il template con il proprio logo, i propri testi e sfruttando anche il loro stesso dominio. Infine si potrebbe dar loro accesso alle API così che si possano creare integrazioni personalizzate. Ricapitoliamo.

Lista dei desideri
  • Vuoi stabilire i ruoli di "provider" e "reseller"
  • Perché WHMCS ha già i sub-account
  • Vuoi che i rivenditori depositino denaro in anticipo
  • Perché WHMCS già supporta il prepagato
  • Vuoi che i rivenditori utilizzino il tuo WHMCS con permessi limitati
  • Perché sai... ci sono i Full Administrator, i Support Operator...
  • Vuoi che i reseller personalizzino la propria istanza di WHMCS
  • Perché WHMCS funziona con più template
  • Vuoi dare accesso API ai reseller per le integrazioni
  • Perché WHMCS già dispone di API con documentazione

Si tratta di pure speculazioni basate sull'errata percezione di WHMCS. È come la pareidolia dove le persone tendono a ricondurre forme note di oggetti e animali osservando le nuvole oppure la nota "faccia" su marte.

Credere che WHMCS possa essere adattato ad essere multi-tenant solo perché alcune delle funzionalità si "incastrano" in questa visione, è uno degli errori da evitare in WHMCS.

Non importa quanto fortemente lo desideri, WHMCS non può assolvere a questo compito poiché non è munito di un'architettura multi-tenant. Senza considerare i centinaia di problemi che si incontrerebbero se si provasse ad elaborare una soluzione.

Ad esempio in questa visione del multi-tenant, chi riceverebbe i pagamenti? Tu. Chi emetterebbe fattura? Sempre tu. Ciò potrebbe essere considerato interposizione fittizia pertanto si dovrebbe trovare un modo per permettere ai rivenditori di emettere fatture e ricevere pagamenti dai clienti finali nel tuo WHMCS (la GDPR dove la mettiamo?).

Che dire delle API? Quando si utilizzano non esistono diversi livelli di accesso il che significa che tutti i comandi vengono eseguiti con i privilegi di amministratore. Non c'è modo di creare un accesso limitato per i rivenditori.

È un cubo di Rubik e siamo solo all'inizio. In teoria sarebbe possibile arrivare a completare l'obiettivo con molto sviluppo ma non ne vale assolutamente la pena. Ci abbiamo provato in prima persona quindi puoi fidarti.

"Ma se provassimo..."

Negli anni ci è stato chiesto molte volte di rendere WHMCS multi-tenant. Anche dopo aver spiegato dettagliatamente le ragioni per le quali non è un'opzione percorribile, arriva sempre il puntuale «Ma se provassimo...» dove i clienti immaginano soluzioni impossibili, irrealistiche o che hanno poche chance di vedere la luce.

È un po' come quando si perde tempo nel cercare di capire come integrare WHMCS con WordPress quando basterebbe utilizzarlo direttamente come CMS con incorporato il SEO per WHMCS.

La soluzione

Ironicamente esiste una soluzione al problema. È piuttosto semplice da attuare ma molti rifiutano di adottarla solo perché questo rivelerebbe che si sta utilizzando WHMCS come se fosse un segreto di Stato.

I provider di maggior successo hanno già risolto da tempo l'esigenza del multi-tenant includendo nei propri piani reseller le licenze per WHMCS. In questo modo ciascun rivenditore può creare un servizio hosting che sarebbe poi proprio lo scopo di WHMCS.

Non c'è bisogno di reinventare alcunché, di adattare WHMCS o di creare soluzioni estremamente complesse. Semplicemente sottoscrivi il programma rivenditori per WHMCS per dare valore ai tuoi piani hosting mettendo a disposizione dei rivenditori gli stessi strumenti che utilizzi ogni giorno.

Ovviamente la soluzione presenta alcuni svantaggi ma sono trascurabili in virtù dei vantaggi ottenuti. Quando i rivenditori scoprono l'esistenza di WHMCS, potrebbero pensare di espandersi a soluzioni self-hosted o spostarsi dai tuoi competitor ma fa parte del gioco. Il tuo ruolo è quello di offrire un buon servizio e non di tarpare le ali.

Commenti (0)

Dì ciò che pensi Cancella Risposta