Come Creare un servizio Hosting nel 2020

Come Creare un servizio Hosting nel 2020

Indietro   Pubblicato 29 maggio 2020 / Aggiornato 18 settembre 2020
Tempo di lettura 10 minuti

Perché avviare un'attività di hosting

Le persone creano un'attività di hosting per molteplici ragioni. Web agency, sviluppatori e professionisti IT hanno tutti bisogno di gestire i siti dei propri clienti. Questo include gli imprenditori interessati nell'inserirsi in questo mercato.

Qualsiasi siano le tue ragioni, hai molte domande che ti frullano per la testa. Nell'articolo proviamo a chiarire i dubbi fornendoti le risposte. Tieni presente che non esiste una guida completa per un argomento così ampio. Dopotutto stiamo parlando di avviare un'attività di hosting in un mercato ipercompetitivo.

Devi essere disposto ad imparare ed impegnarti molto in ricerche. Avrai bisogno di un business plan, un budget da investire e di restare quanto più possibile a quelle che sono le tue radici. Non puoi competere con provider come Aruba con i budget che hanno a disposizione. Non cercare di affrontarli sul piano della competitivà dei prezzi. Concentrati nella creazione del brand ed individua la nicchia di mercato che ti appassiona.

Non siamo nella posizione di poter dare consigli commerciali a nessuno. Ci sono molti libri e professionisti che possono esserti d'aiuto. Qui vogliamo soffermarci sugli aspetti tecnici. Non c'è un ingrediente segreto per avviare un'attività di hosting. Devi controllare e scegliere tra un elenco di strumenti e partner.

La guida non è pensata per chi ha budget ed infrastrutture notevoli. Il target sono le piccole e medie imprese che hanno poca esperienza nel settore dell'hosting.

Pannello di controllo per Hosting Provider

WHMCS è un pannello di controllo per aziende di web hosting. Offre una piattaforma completa ed altamente espandibile. Si distingue per il miglior rapporto qualità/prezzo. I competitor come HostBill, Blesta e ClientExec non offrono lo stesso valore. WHMCS ha anche la community più grande il che è ideale per i principianti.

Puoi comprare WHMCS per soli 15.95 $ al mese. È possibile trovare prezzi più bassi dai rivenditori ma ne parleremo più avanti. Impara ad utilizzarlo. Abbiamo scritto un articolo esteso sugli errori più comuni da evitare in WHMCS che può esserti di aiuto.

WHMCS copre tutti gli aspetti di un'attività hosting.

È il CMR (Customer Relationship Management) da dove i clienti interagiscono con la tua azienda. Si registrano, effettuano ordini, inviano pagamenti, richiedono assistenza e scaricano le fatture.

È anche il luogo dove gestire e configurare i prodotti/servizi e i domini. Mantiene tutti i tuoi server, registrar e le integrazioni funzionali ed automatizzati.

WHMCS integra già centinaia di servizi di terze parti. Troviamo decine di metodi di pagamento e registrar pronti all'uso. C'è un'ampia varietà di moduli server (es. cPanel, Plesk) e di servizi esterni come Cloudflare ma non si limita a questo.

Può anche adattarsi ad esigenze personalizzate permettendo la vendita e l'automazione di qualsivoglia prodotto e servizio. Ad esempio noi lo utilizziamo WHMCS per vendere software. Altri lo utilizzano per ospitare stazioni radio, game server, VoIP e connessioni internet. È anche largamente utilizzato per servizi di consulenza, webinars e prodotti della Pubblica Amministrazione.

Sito web per Web Hosting

WHMCS di base non può svolgere il ruolo che ti aspetteresti da un CMS come WordPress. In questo campo è molto limitato. Non solo manca degli strumenti per la creazione dei contenuti, ma il SEO di WHMCS è pessimo.

Molti provano a superare questo punto debole installando un CMS come WordPress, Joomla o Drupal. È meglio stare alla larga da questo tipo di soluzioni. Doversi occupare di due sistemi e dell'integrazione con WHMCS è tutt'altro che piacevole.

È molto più semplice ed economico utilizzare WHMCS come CMS. Ciò è possibile grazie a Mercury, un modulo che abbiamo sviluppato per trasformare WHMCS in un CMS completo. Tutto sarà molto più integrato e gestibile.

Software di fatturazione per Hosting

Non serve acquistare un costoso software di fatturazione per far fronte ai requisiti fiscali per la tua attività di hosting. WHMCS integra una piattaforma di fatturazione adattabile a diversi scenari. Consegna le fatture in PDF, si occupa della generazione delle fatture per i servizi ricorrenti e invia notifiche di scadenza. In aggiunta supporta più valute e diversi cicli di fatturazione.

Ciò premesso, come software di fatturazione WHMCS non è il massimo. Alcuni aspetti infatti sono solo accennati, mancanti o non funzionano correttamente. La bella notizia è che abbiamo risolto tutti questi problemi sviluppando un modulo di fatturazione per WHMCS ma non ci siamo limitati a questo.

Il modulo offre funzionalità aggiuntive di cui ogni azienda hosting ha bisogno. Abbiamo le note di credito, la fatturazione mensile, la fatturazione elettronica e il VIES. Ci sono anche Facebook Pixel, la customer retention, un sistema per l'archiviazione delle fatture PDF in FTP e molto altro.

Pannelli di controllo Web Hosting

Finalmente iniziamo a parlare di fare hosting. Il modo più semplice per gestire i server è quello di utilizzare un pannello di controllo web. Ci sono molte opzioni disponibili che potrebbero essere fonte di confusione. Di seguito abbiamo reso le cose più semplici.

In basso elenchiamo i più diffusi pannelli di controllo per web hosting inegrati con WHMCS. In questo modo puoi godere dell'automazione e della possibilità di supportare rivenditori. I pannelli offrono un'interfaccia a livello utente (utilizzata dai clienti per gestire i propri siti) e la gestione del server vera e propria.

Pannello Descrizione

cPanel è il miglior pannello che si possa acquistare. È fornito di un sacco di extra (in particolare Cloud Linux). L'uso della riga di comando è molto raro in quanto tutto è integrato nella GUI. Funziona su sistemi Linux.

Il pannello più diffuso con la quota di mercato più alta è Plesk. Funziona sia su Linux che su Windows. È ideale per i principianti in quanto dispone di un'interfaccia semplice e piacevole da utilizzare.

Scopri di più

DirectAdmin è una delle opzioni più economiche. È un pannelli di controllo molto leggero che funziona in Linux. Dispone di tutte le funzionalità base. Utilizza poche risorse pertanto è rapido nell'esecuzione delle attività.

Scopri di più

InterWorx è economico ma presenta alcuni difetti. Prima di tutto funziona solo su determinati OS Linux e per alcune operazioni sarà comunque necessario ricorrere alla riga di comando.

Beatles o Rolling Stones? cPanel or Plesk? Ognuno ha la sua opinione. Personalmente ho avuto esperienza con cPanel, Plesk e DirectAdmin. Li consiglierei proprio in questo ordine. Scegli liberamente la soluzione che meglio si adatta alle tue esigenze.

Il prossimo passo è trovare un partner. Più precisamente un hosting provider che possa offrirti le seguenti cose:

  • Una VPS o un piano rivenditore con il pannello web hosting da te scelto
  • Assistenza tecnica nel caso in cui tu non abbia competenze sistemistiche

Non occorre acquistare alcuna licenza dai publisher. Il più delle volte i costi della VPS includono i pannelli di controllo web hosting. Generalmente sono molto economici. I provider più grandi potrebbero anche offrire le licenze gratuitamente dal momento che beneficiano di sconti sui volumi. Ciò potrebbe includere anche il costo della licenza di WHMCS.

Vogliamo sottolineare l'importanza di restare umili perché sappiamo come vanno le cose. Non appena metterai le mani sul server, inizierai a creare dozzine di piani hosting che non venderai mai. Nel lungo periodo questo potrebbe anche rendere le cose difficili da gestire.

In parole povere, non farci vedere cose come i piani hosting XS, S, M, L, XL, XXL, Plus, Premium, Special... Oppure lo stesso piano moltiplicato per ogni CMS che conosci. Questo è uno degli errori comuni da evitare in WHMCS. La sovrabbondanza di scelte aumenta la difficoltà delle persone di prendere decisioni. L'unica cosa che si ottiene è una riduzione nel numero delle vendite.

Registrar di Domini

A meno di non voler diventare un registrar di domini, è ora di trovare un altro partner. Questa volta ti serve un registrar che si occupi di registrare e trasferire i domini per conto tuo. Vale la pena dire che la maggior parte dei provider non sono a loro volta registrar per via degli alti costi da sostenere. Ad esempio per diventare un registrar per i domini .it si deve:

  • Pagare una tantum iniziale di 2.200 euro + IVA
  • Pagare per l'accreditamento (300 euro + IVA)
  • Depositare 4.000 euro + IVA
  • Superare un test di accreditamento e firmare un contratto molto rigoroso

Non è solo costoso ma complicato. Come se non fosse abbastanza, si dovrebbe intraprendere un procedimento simile anche per tutti gli altri TLD. Ora che è chiaro che l'accreditamento non è un'opzione valida, torniamo alla scelta del partner. In sostenza stiamo parlando di diventare rivenditori di domini dei registrar.

Prima di iniziare a studiare tutte le possibilità, c'è da stabilire se per te è più importante la facilità d'uso o il profitto. Vediamo di chiarire meglio quanto appena detto con questa immagine.

WHMCS permette di registrare i domini utilizzando più registrar allo stesso tempo. In questo modo ciascun TLD può essere configurato affinché utilizzi il quello che garantisce un miglior margine di profitto. Ad esempio puoi registrare i .com e .net con X, i .it con Y e così via. Ciò detto, se scegli questo approccio, ci sono alcuni svantaggi da considerare.

Prima di tutto, il fatto stesso di utilizzare più registrar significa che devi depositare fondi in ciascuno di essi. Di solito l'importo minimo depositabile è di 50 euro più spese di incasso ma non si può operare con budget così piccoli. Nel giro di un paio d'ordini i fondi si esaurirebbero. In secondo luogo, non tutti i registrar offrono le stesse funzionalità. Questo approccio garantisce i maggiori profitti ma rende le cose più complicate.

Al contrario, se decidi di legarti ad un solo registrar diventa tutto più semplice ma non puoi ricercare il prezzo più basso. Ad ogni modo vale la pena dire che avere tutti i domini un un solo registrar, permette di sbloccare gli sconti per quantità più agevolmente.

La tabella in basso mostra le scelte più popolari compatibili con WHMCS.

Registrar Descrizione

Abbiamo usato molto Internetbs e non abbiamo che buone parole per questa soluzione. Prezzi bassi, integrazione con WHMCS affidabile, assistenza all'altezza del compito e documentazione approfondita.

Sulla carta eNom dovrebbe essere la scelta migliore. Hanno una partnership con WHMCS che garantsice funzionalità e prezzi esclusivi. In realtà i prezzi sono in linea con quelli che offre il mercato e viene applicata una tariffa del 5% su ogni deposito. Ci sono anche delle limitazioni abbastanza frustranti che rendono questa soluzione una sorta di gabbia d'orata.

Scopri di più

Poi abbiamo tutti i registrar basati su piattaforma LogicBoxes. Sono tutti uguali eccezion fatta per i prezzi. In tutta sincerità non amo l'interfaccia di LogicBoxes che sembra provenire dagli anni 90' ma è la mia opinione. ResellerClub è la prima opzione.

Scopri di più

Restiamo sempre in LogicBoxes. Qui troviamo NetEarthOne che è un'altra valida alternativa con prezzi competitivi.

Scopri di più

Hexonet è l'ultimo arrivato. La loro assistenza è buona e non si applicano tariffe sui depositi. Se decidi di utilizzare questa soluzione ricorda di scaricare il modulo WHMCS sviluppato da loro stessi. È gratuito, open source, aggiornato regolarmente e migliore di quello incluso in WHMCS.

Vogliamo anche citare OpenSRS, Namecheap, Resell.biz e OnlineNIC. Non possiamo dire molto su questi registrar in quanto non abbiamo maturato un'esperienza diretta ma sono comunque molto utilizzatti.

Come abbiamo già detto per i piani hosting, non avere fretta di vendere tutti i TLD possibili. Se il tuo registrar supporta 100 estensioni, non significa che tu debba per forza venderle tutte. Ti consigliamo di concentrarti su quelle più diffuse che non richiedono il tuo intervento manuale.

Contratto di hosting & Privacy

Nessuno legge i contratti né l'informativa sulla privacy. Ciò non significa che si possa a ma ciò non significa che si possa avviare un'attività di hosting senza alcuna regola.

Cosa succede se ospiti un sito che utilizza lo spazio come storage? E se qualuno carica bot IRC, warez o miner di Bitcoin? E per gli IP scanner, siti di lotteria e contenuti dubbi? Ecco perché avere regole scritte è importante.

Puoi contattare un avvocato che rediga il contratto outilizzare un generatore di termini del servizio. Se il budget non lo permette, puoi scriverlo di tuo pugno partendo da modelli d'esempio.

Tieni presente che quando crei un'attività di hosting, ospiti i siti su una VPS di properietà di una terza parte. Ciò detto, devi fare attenzione a non creare un contratto che sia in contrasto con le regole del tuo provider. Ad esempio se questo non consente di ospitare siti pornografici, a tua volta non potrai ospitarli nella tua VPS. Comprendere cosa è consentito o meno è fondamentale.

Poi abbiamo l'informativa della privacy che deve includere il tuo nome e le informazioni di contatto. Se il tuo nome è Mike Tyson e sei il titolare di Aruba, entrambi i nomi devono comparire nel contratto nella sezione "Responsabile del trattamento". Molti sono restii nel farlo in quanto non vogliono mostrare il porprio nome ed indirizzo per questioni di privacy.

È proprio questo il punto della normativa sulla privacy. Non puoi acquisire i dati e al contempo rifiutarti di dire chi sei altrimento il documento si ritiene nullo. Le sazioni a questo punto sarebbero dietro l'angolo.

Promuovere l'attività hosting

I sistemi sono pronti e stai avviando la tua attività hosting. Ora è il momento di promuovere il sito e di trovare clienti. Inizia dagli amici e chiedi loro di darti dei feedback per poi passare ad altre strade:

Diventanto più esperto, potresti trovare interessante la nostra collezione gratuita di action hook per WHMCS. Puoi utilizzare i codici forniti per far crescere ed espandere ulteriormente la tua attività di hosting.

Commenti (0)

Dì ciò che pensi Cancella Risposta